"Abbi cura di lui" messaggio della Caritas per la Quaresima

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

<![CDATA[Carissimi,
il tema che Caritas Italiana propone alle comunità ed ai gruppi ecclesiali, per la Quaresima 2016, è tratto dall'espressione evangelica: “Abbi cura di lui” (Lc 10,35).
“Abbi cura di lui” è la raccomandazione del samaritano all’oste mentre gli affida l’uomo ferito raccolto dalla strada.
“Abbi cura di lui” è un gesto di misericordia che oltrepassa la prima emozione, e vuole garantire che la persona possa proseguire la sua vita in salute e libertà.
“Abbi cura di lui” è un invito che, certamente, viene quotidianamente rivolto da Dio all’uomo affinchè si muova a compassione verso i propri fratelli, ma l’esortazione evangelica può essere applicata, con la stessa intensità, ad una realtà nella quale siamo immersi e verso la quale, troppo spesso, ci poniamo con indifferenza: il creato. 
<< Che tipo di mondo desideriamo trasmettere a coloro che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?>> (Laudato sì, n.160), con questo ed altri interrogativi, Papa Francesco, ci esorta a prendere in seria considerazione il rapporto con il creato, infatti, <<dobbiamo riconoscere che alcuni cristiani impegnati e dediti alla preghiera, con il pretesto del realismo e della pragmaticità, spesso si fanno beffe delle preoccupazioni per l’ambiente… Vivere la vocazione di essere custodi dell’opera di Dio è parte essenziale di un’esistenza virtuosa, non costituisce qualcosa di opzionale e nemmeno un aspetto secondario dell’esperienza cristiana>> (Laudato sì, n.217).
Alla luce di queste sollecitazioni, Caritas Diocesana, invita le Comunità ed i gruppi ecclesiali ad impegnarsi, a partire da questa Quaresima 2016, a creare o a custodire un’area verde coinvolgendo, in questa attività, tutte le fasce d’età e, in particolare, bambini, adolescenti, e giovani. Inoltre, domenica 6 marzo, si invitano tutte le realtà ecclesiali a vivere la “domenica della carità” destinando le offerte in denaro al progetto Caritas “Abbi cura di lui” che prevede il ripristino di un’area verde degradata, rendendola area di socializzazione e di incontro, con la piantumazione di alberi e la collocazione di giochi per bambini.
A tutti, con animo colmo di gratitudine per il servizio che prestate a Dio ed all’uomo, auguriamo fecondo cammino quaresimale.
Messina, 22 gennaio 2016                                                                                  La Caritas Diocesana
 
QuaresimaCreatoPerAbitare]]>