"Cittadella della speranza" di Nizza: dall'Asp finanziamenti annui al centro di eccellenza per l'autismo. La soddisfazione di Caritas e associazioni

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

<![CDATA["L'attenzione verso l'autismo si fa sempre più concreta. Come Caritas non possiamo che esserne particolarmente lieti. L'apporto dell'Azienda sanitaria provinciale di Messina consentirà di rendere stabile l'esperienza di eccellenza della 'Cittadella della speranza' di Nizza che diventa a tutti gli effetti un vero e proprio polo di riferimento per un ampio territorio. Altrettanto significativi – anche sul piano dell'indirizzo che manifestano – gli impegni dell'Asp verso i centri di Barcellona Pozzo di Gotto e di Naso".
Con queste parole padre Gaetano Tripodo, direttore della Caritas ha accolto le conclusioni dell’incontro aperto alle organizzazioni del territorio che si occupano di disabilità che si è svolto stamane nella sede generale dell’Asp 5 Messina. Dopo la giornata del 22 febbraio alla “Cittadella”, che ha visto la partecipazione dell’Arcivescovo di Messina Lipari S. Lucia del Mela, Monsignor Calogero La Piana, e dell’assessore regionale Ester Bonafede, del presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, dei rappresentanti dell’Asp e di tutte le associazioni che operano nel centro,  l’incontro di oggi ha visto presenti il Commissario straordinario Asp Messina dott. Manlio Magistri, il capo del Dipartimento Salute Mentale dell’Asp dott. Antonino Ciraolo, il dott. Crisiscelli addetto all’apertura delle strutture per disabili in provincia di Messina ed il Direttore Sanitario dell’Asp. 5 dott. Conti. Le organizzazioni del territorio erano invece rappresentate dalla Carpe Diem Onlus, dall’Associazione “Oltre il Sole” di Naso, dall’Associazione “Angsa” di Barcellona PG e dall’Associazione “Candido” di Messina.
L’incontro  ha infatti sancito la contrattualizzazione del rapporto tra Asp 5 Messina e “La cittadella della speranza” di Nizza di Sicilia, nata e sviluppatasi con il sostegno della Caritas.  L’Asp ha annunciato che per il centro di Nizza saranno stanziati a regime 550mila euro l’anno, mentre andranno 300mila euro ciascuno ai centri di Naso e di Barcellona Pozzo di Gotto, al quale la Caritas ha dedicato la Quaresima di Carità di quest’anno con l’obiettivo di contribuire alla realizzazione di un Centro diurno per autistici a Barcellona Pozzo di Gotto, nei locali della parrocchia di Santa Maria Assunta. Per i centri di Barcellona e Naso l’impegno dell’Asp avrà durata fino al 31 dicembre 2013.
Ne ha dato notizia la Carpe Diem Onlus. “Sono commosso per quanto comunicatoci oggi dal Commissario Magistri”, ha infatti dichiarato al margine dell’incontro il presidente della Carpe Diem Pippo Calà. “Sono qui a rappresentare tutti i nostri compagni di viaggio nella gestione del centro, tra cui Caritas Messina, Associazione Vivere Insieme Onlus, Angsa Messina e Possiamo farcela Onlus, e a nome di tutti voglio esprimere la più grande gioia per aver ottenuto dall’Asp la stabilizzazione del finanziamento anche per i prossimi anni. Con un grazie particolare all’equipe del Centro e a chi si è occupato e preoccupato di perseguire questo importante obiettivo. Un grazie particolare da parte dei ragazzi e delle famiglie che usufruiscono del centro – ha concluso Calà – va a tutte quelle autorità, tra cui ricordo il Presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, l’assessore regionale alla Famiglia Ester Bonafede, l’assessore regionale alla Sanità Lucia Borsellino e la Curia di Messina, che ci sono sempre state vicine nel far nascere e crescere questa struttura che rappresenta un’eccellenza sull’intero territorio regionale”.
 ]]>