La tratta in Sicilia: giovedì 28 il convegno di Caritas e Usmi per "Conoscere, comprendere, agire"

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

<![CDATA["La tratta di esseri umani è un fenomeno che ferisce la dignità di chiunque ne sia vittima. Essa trasfigura il volto umano di uomini, donne e bambini e, lacerando le loro vite, li trasforma in 'scarti dell’Umanità'. La Tratta scandalizza, annienta e perseguita; rende disumani quanti spinti dalla smania di arricchimento, diventano mercanti di schiavi, carnefici dei loro stessi 'fratelli'. Le Nuove Povertà, le Nuove Schiavitù di oggi, ci interpellano e ci chiedono di entrare in campo. I nostri Istituti Religiosi non sono forse nati nella Chiesa per prendersi cura delle persone considerate i rifiuti della società? La Scuola non è chiamata a formare i giovani in umanità e onestà? Oggi abbiamo centinaia di donne vittime della più vergognosa schiavitù, che le rende oggetti di piacere e di guadagno, sono loro le più povere dei poveri che ci chiedono aiuto, ascolto, accoglienza, compassione e tanto amore. Che cosa possiamo fare per loro?".
Queste le parole con cui viene annunciato il convegno sulla tratta in Sicilia. Organizzato dalla Caritas diocesana di Messina con  l’Usmi, Unione Superiore Maggiori di Italia Regione Sicilia e Arcidiocesi di Messina, e con la collaborazione dell’Associazione Comunicazione e Cultura Paoline Onlus, di Ufficio Comunicazioni Sociali Arcidiocesi di Messina, Associazione Penelope, Pina D’Alatri, CISM (Conferenza Italiana Superiori Maggiori), CIIS (Conferenza Italiana Istituti Secolari), Libreria Paoline, Tipolitografia Stampa Open di Messina, il convegno ha per titolo: “Conoscere, comprendere, agire. Le Religiose e la Scuola di Messina si interrogano” e avrà luogo giovedì 28 novembre dalle ore 8,30 alle ore 12,30 nell’auditorium Monsignor Fasola, via San Filipp Bianchi 28, Messina.
Tre sono i testi scelti, a rappresentare le coordinate entro cui si muove il convegno. Le parole di Papa Francesco, Messaggio Urbi et Orbi, Pasqua 2013; “Pace a tutto il mondo, ancora così diviso dall’avidità di chi cerca facili guadagni, ferito dall’egoismo che minaccia la vita umana e la famiglia, egoismo che continua la tratta di persone, la schiavitù più estesa in questo ventunesimo secolo; la tratta delle persone è proprio la schiavitù più estesa in questo ventunesimo secolo!”. La Lettera Enciclica Spe salvi, n. 38: “La misura dell’umanità si determina essenzialmente nel rapporto con la sofferenza e col sofferente. Questo vale per il singolo come per la società”. L’affermazione di Don Oreste Benzi. “Nessuna donna nasce prostituta: c’è sempre qualcuno che la fa diventare”.
Il convegno, che sarà coordinato da Padre Gaetano Tripodo, direttore della Caritas Messina, avrà inizio alle ore 8.30 con l’accoglienza dei partecipanti, per proseguire, alle ore 9, con l’introduzione a cura di Madre Gabriella Ruggeri, Presidente USMI Regione Sicilia. Alle ore 9,30 sarà quindi proiettato il film “La ballerina”, cui farà seguito, alle ore 10, la relazione su “Il dramma della Tratta degli esseri umani” svolta Fernanda Di Monte, giornalista, Ass. Comunicazione e Cultura Paoline Onlus, e, alle ore 10,30, la testimonianza di Suor Valeria Gandini, Missionaria Comboniana, sportello “AscoltoDonna” Caritas, Palermo.
Dopo una breve pausa, alle ore 11 sarà curata da un funzionario di polizia la relazione su “Le forze dell’ordine e la nostra collaborazione” mentre alle ore 11,15 su “Relazione Corpi e menti violati: universi simbolici e variazioni culturali nella relazione di aiuto” interverranno Tiziana Frigione, psicologa, e Concetta Restuccia, Assistente Sociale, entrambe del Progetto Tratta Associazione Penelope. Quindi sarà la volta degli interventi dall’Assemblea previsti alle ore 11,30. Conclusioni e saluti sono infine in programma alle ore 12,30.
Il coordinamento generale del convegno è curato da Suor Fernanda Di Monte, Figlie di San Paolo (Cell. 333 9483530 -E mail: ferdimonte@gmail.com). Per informazioni ci si può rivolegere a Suor Cettina Talarico (cell. 3334580180), Libreria Paoline Messina, e a Suor Maria Tirendi, Responsabile Diocesana (cell. 3491918562 – E mail: usmimessina@tiscali.it).
Qui la locandina del convegno. E qui la brochure con il programma dettagliato]]>