Contributo straordinario per fronteggiare l'emergenza Coronavirus.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail <![CDATA[
don Francesco Soddu,
Direttore di Caritas Italiana

Lo scorso 13 marzo 2020 la Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana, per sostenere le Caritas diocesane nella loro azione di supporto alle persone in difficoltà a causa dell’emergenza “coronavirus”, ha deliberato lo stanziamento di 10 milioni di euro provenienti da donazioni e dall’otto per mille, che i cittadini destinano alla Chiesa cattolica. «Questo stanziamento straordinario della CEI – spiega il Direttore di Caritas Italiana, don Francesco Soddu – si pone per le Caritas diocesane come un segno concreto di speranza e conforto. Le Chiese locali, in questo modo, continueranno a non far mancare il dinamismo forte della Carità».

Papa Francesco, tramite il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale,il 12 marzo ha donato 100mila euro a Caritas Italiana per un primo significativo soccorso in questa fase di emergenza per il diffondersi del contagio da Coronavirus (CoViD-19) su tutto il territorio italiano. Tale somma vuol essere un’immediata espressione del sentimento di spirituale vicinanza e paterno incoraggiamento da parte del Santo Padre verso tutti quei servizi essenziali a favore dei poveri e delle persone più deboli e vulnerabili della nostra società, che le Caritas a livello diocesano e parrocchiale assicurano quotidianamente in Italia. «Il contributo, che accompagna la preghiera, a sostegno dell’amata popolazione italiana, è parte dell’impegno a favore delle Chiese locali che, attraverso le Caritas nazionali e le Caritas diocesane, garantiscono aiuto e solidarietà in favore di coloro che sono in difficoltà e in condizioni di precarietà e di bisogno», spiega il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale.

padre Nino Basile,
direttore della Caritas diocesana

“Nella nostra Arcidiocesi – afferma padre Nino Basile, direttore della Caritas Diocesana – molte sono le richieste di aiuto pervenute alla Caritas diocesana e, sicuramente, anche alle singole parrocchie, soprattutto da parte di chi in questo momento non ha un sussidio garantito. Il contributo straordinario dal Fondo CEI 8xmille Italia – prosegue il Direttore Caritas – è pari ad un massimo di € 10.000,00 (euro diecimila) per ogni singola Caritas Diocesana ed è destinato prevalentemente a soddisfare nello specifico l’acquisto di generi di prima necessità, il sostegno alle famiglie e l’acquisto di materiale di emergenza. Faccio appello – conclude padre Nino – alla matura responsabilità di ciascuno, perché l’aiuto offerto possa essere il più duraturo ed efficace possibile e nell’augurare ogni bene, confermo la disponibilità degli operatori della Caritas diocesana e quella mia, nell’affrontare insieme, questo periodo di intensa e particolare prova. Tutti ci affidiamo all’intercessione di San Giuseppe, padre della Divina Provvidenza.”

In allegato il testo integrale della lettera del Direttore della Caritas a tutte le Parrocchie ed il modello di richiesta contributo:

Di seguito altri materiali utili ad orientarsi circa l’impegno della Chiesa italiana e della Caritas:

Materiali di approfondimento e rassegna stampa:

]]>