XXXVIII Convegno Caritas "TUTTI FUORI" Storie di libertà, umanità e inclusione a 40 anni dalla Legge Basaglia

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

<![CDATA[

«Purtroppo nella nostra epoca, così ricca di tante conquiste e speranze, non mancano poteri e forze che finiscono per produrre una cultura dello scarto; e questa tende a divenire mentalità comune. Le vittime di tale cultura sono proprio gli esseri umani più deboli e fragili – i nascituri, i più poveri, i vecchi malati, i disabili gravi… –, che rischiano di essere “scartati”, espulsi da un ingranaggio che dev’essere efficiente a tutti i costi. Questo falso modello di uomo e di società attua un ateismo pratico negando di fatto la Parola di Dio che dice: “Facciamo l’uomo a nostra immagine, secondo la nostra somiglianza” (cfr Gen 1,26)»

(Francesco, Discorso alla delegazione dell’Istituto Dignitatis Humanae, 7.12. 2013)


Nello “scarto” esistono gli ultimi degli ultimi: le persone che soffrono di disturbi psichici, sulle quali si abbatte uno stigma inesorabile.
Con l’obiettivo di ricordare a tutti il profondo cambiamento apportato dalla Legge Basaglia, che prima ancora di essere una riforma sanitaria ha rappresentato un fatto di rispetto della dignità umana e per fare il punto sullo stato di applicazione di quella legge, la Caritas diocesana di Messina Lipari Santa Lucia del Mela propone un percorso in tre tappe per i mesi di ottobre, novembre e dicembre, che culminerà nel e con il Convegno annuale della stessa Caritas (29 dicembre). L’itinerario prevede il contributo di storici del settore, operatori, utenti, familiari e rappresentanti delle istituzioni.
Con la Legge 180 si è aperta una pagina del tutto nuova di Psichiatria di comunità. Fu un cambiamento epocale. Per due secoli la psichiatria era stata incentrata sul Manicomio. All’ improvviso cambiò tutto non solo dal punto di vista organizzativo, ma in special modo sul riconoscimento dei diritti dell’uomo. Fu una conquista di civiltà. Si passò da una netta separazione tra i sani e i malati a un sistema di cura personalizzato e in grado di accogliere ogni forma di diversità. Questo anniversario è un momento importante per fare una riflessione sull’ attualità di quei valori di riferimento della Legge 180.
Le legge, promulgata il 13 maggio 1978, si riprometteva di rivoluzionare l’assistenza psichiatrica e rifondarla su basi completamente nuove: dall’ Ospedale Psichiatrico, la cui abolizione rappresenta ancora un’esperienza unica al mondo, alla Psichiatria di comunità, fondata sulla diffusione dei servizi sul territorio.
Ci sono ancora molte sfide da affrontare. Ancora oggi, nonostante anche altre istituzioni “totali” come l’Opg sono state superate, parole come coesione sociale e rispetto della diversità non sono da dare per scontate. Il nostro territorio è stato protagonista nell’ attuare questo epocale cambiamento, grazie soprattutto all’ energica azione sociale e pastorale di P. Pippo Insana e della Casa di Solidarietà, presente a Barcellona P.G.
Ma l’iniziativa che presentiamo non sarà un fatto meramente celebrativo in occasione del quarantennale della legge, bensì un palinsesto di riflessione e di analisi critica rispetto all’ oggi, alla realtà attuale e al cammino compiuto sino ad ora dai nostri servizi psichiatrici e di salute mentale, alla sensibilità sociale e culturale rispetto a questi temi. L’intento della Caritas diocesana, è che il quarantennale della legge 180   sia prima di tutto un’ occasione per discutere con uno ‘sguardo lungo’, con una tensione verso il futuro, come merita questa legge, che è di straordinario valore e attualità.
Fedele al suo specifico mandato e alla sua particolare funzione pedagogica, la Caritas diocesana si propone  di sensibilizzare la comunità cristiana a raccogliere le istanze di uomini, donne e famiglie soffocati dalla morsa della sofferenza psichica, dall’ isolamento e dallo stigma.
Prima Tappa – 26 ottobre 2018 ore 18.30 Oratorio dei Salesiani, Barcellona P.G.

  • La narrazione di un (possibile) cambiamento. Excursus storico: dalla Legge 180 alla attuale normativa regionale dott. Roberto Motta – Pschiatra già Direttore MDSM di Messina Nord;
  • Prospettive future a partire dal nuovo piano sanitario – dottRaffaele Barone – Psichiatra;
  • Testimonianze

Seconda Tappa – 26 novembre 2018 ore 18.30 Parrocchia Sacra Famiglia, Santa Teresa Riva

  • Lo spazio dell’autonomia nella cura della persona con malattia mentale.Ne discutono: la Prof.ssa Marianna Gensabella – professore ordinario di Filosofia dell’Università di Messina ed il dott. Nicola Mazzamuto – Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Messina.
  • Testimonianze

Terza Tappa – XXXVIII Convegno della Caritas diocesana – 29 dicembre 2018 ore 9.30 Auditorium Mons. Fasola, via S. Filippo Bianchi – Messina

Interverranno:

  • dott. Beppe Dell’Acqua, già Direttore dei Servizi Psichiatrici di Trieste;

  • dott. Fiorentino Trojano, già Assessore al Welfare del Comune di Catania;

  • Esperienze: Un teatro dell’anima a cura di Fabio La Rosa, attore e regista;

  • Rappresentazione tratta dallo spettacolo “La libertà di essere folli” (compagnia teatrale I giovani di Pirandello);

  • Testimonianze.

Scarica il programma delle tre tappe: ]]>